Stéphanie Biville

Veronique Thomazeau

Il mondo d’oggi sembra scacciare il mistero. La ragione ha conquistato ogni spazio, a volte fino ad invadere il territorio artistico...Questo mistero é essenziale per me. La scoperta di un qualcosa, come quella di una tela di cui non so nulla, e che, quasi per caso, a piccoli ritocchi, si precisa. Non faccio bozzetti di preparazione, io improvviso, soprattutto all’olio, sulla tela preparata con materiali a volte insoliti. I primi tentativi e l'esperienza partecipano a questa elaborazione. Mi piace inventare delle storie, dei volti. Mi piace anche disegnare le trame di testi mitici, come Moby Dick. La ricerca affannosa di Achab contiene degli elementi mitici che mi sono cari.

home www.stephaniebiville.unblog.fr

posta pascal.d.biville@wanadoo.fr

2004: Larchmont Manor, NY
2005: Mamaroneck, NY
2005: Grand Marché de l’Art Contemporain à Chatou
2006: Larchmont Manor “la Bretagne Envisagée”
www.accueilnewyork.org/Promenadedesartistes_revuedepresse.htm
2006: SNPPSY (Syndicat National des Psychologues et Psychanalistes), Paris
2007: Londres, résidence privée, au côté du sculpteur italien Francesco Zero. “Zoom”
2008: Zagarolo (Roma), Palazzo Rospigliosi. Exposition internationale.
2009: Zagarolo (Roma), Palazzo Rospigliosi. Sélectionnée pour le concours sur le thème du jouet.
2010: Zagarolo (Roma), palazzo Rospigliosi. Concours.
2010: St Germain-en-Laye, Manege Royal, collective “Ecce Homo”
2010: Rueil Malmaison, salle Maximilien Kolbe, collective “l’appel”

Stephanie Biville