François Tamalet

Francois Tamalent

"Vive e lavora a Nantes,"
La modellazione nasce in modo evidente per tradurre la mia ricerca di linee, di piani, di tensioni e di forme epurate. La terra si rende disponibile e si adatta sotto la spinta delle mie sensazioni, dei miei desideri. Dopo l'esperienza dell’incisione diretta, ispirato dal lavoro di Brancusi e di Moore, la creta è diventata il mio strumento preferito. A volte, modellata in prove semplici e sensibili, sufficienti per metterci un senso, mi permette di sviluppare questo lavoro iniziale; rappresenta un autentico ricettacolo di intenzioni e di sensazioni in una piena libertà di espressione, come la scrittura, senza limiti. Flanagan, Matisse e molti altri sono passati attraverso queste fasi e mi hanno anche arricchito di umorismo e serietà. Modellare per parlare dell'uomo con il suo equilibrio, i suoi squilibri, il suo involucro. La terra, materiale ricettivo, mi dà un piacere costantemente rinnovato.

Comprendere il significato del modello, l'intensità del suo equilibrio in pose ricercate e lavorate a lungo, apre il mio processo creativo e la mia scultura prende il largo, lasciando poco spazio alle strutture casuali, ma rilevando ad un esame più attento, le armonie e le architetture di un un corpo immaginario, inventato fino all’astratto.

home www.artmajeur.com/francoistamalet

posta francoistamalet@free.fr

E' sempre dal centro che comincio le mie sculture, alla ricerca degli assi e poi dei piani, che inquadrano sempre il rapporto tra i vuoti ed i pieni, i limiti estremi: interno / esterno. Conservo preziosamente le cavità per far apparire meglio i ripieni, le lacune e le crepe ... L'interazione di queste "note d’argilla", esperienza originale, e il ritorno indietro nel tempo passato, ricordano i passaggi, là dove le dita si sono posate, dirette con leggerezza e impetuosità per dare profondità e movimento. La terra, all’origine dell’opera, è come in attesa in un’urgenza senza tempo. Una forma cava (moulage) dà vita al mio originale in gesso, conferma la mia ricerca di luci e ombre necessarie, cesello e precisione del mio progetto. Poi il lavoro in collaborazione con il fonditore per una procedura à “cera persa” dà alla scultura il tempo della perennità.

Esposizioni personali all’atelier dell’artista. www.artmajeur.com/francoistamalet.

Claire Hamant